Avere Successo ed Essere Felici? Impossibile! A meno che…

Successo Felice… ma perchè lo hai chiamato così il tuo sito? Alla fin fine uno che ha successo non dovrebbe essere automaticamente felice?

In tanti mi hanno fatto questa domanda ma la risposta non è affatto scontata come si pensa.

E non è solo il fatto che ci siano tanti personaggi famosi, di successo, così infelici da suicidarsi a dirlo. C’è una realtà molto più diffusa e sicuramente meno conosciuta a confermarlo, una realtà che riguarda un numero sempre crescente di persone.

A tutte queste si aggiungono poi quelli che hanno avuto colpi duri – professionalmente parlando – a causa della crisi e il numero così aumenta vertiginosamente.

Le statistiche parlano molto chiaro: il Deloitte Shift Index dice che circa l’89% delle persone non prova nessuna passione per il proprio lavoro. E senza passione, non possiamo dire che ci sia nessuna forma di felicità. Ci può essere soddisfazione economica magari, ma la felicità è tutt’altro.

A dirlo è il frutto condensato della mia esperienza ma soprattutto, come ho poi scoperto negli ultimi anni, di tante altre persone con una storia professionale analoga alla mia.

Ho avuto “successo” per diversi anni, quando facevo l’ingegnere a tutti gli effetti: guadagnavo, giravo il mondo, vedevo posti fighi e incontravo aziende spaziali, Ho ancora nel mio pc diverse foto dei capannoni di Alenia Areonautica impegnati a realizzare l’ultimo futuristico Boing 787 in fibra di carbonio, in cui abbiamo lavorato per diversi mesi.

Mia figlia oggi va all’asilo con la borsetta di tela stilosa comprata in aeroporto a Chicago in uno dei viaggi in una grossa azienda americana del settore aerospaziale in cui abbiamo seguito la creazione di un gigantesco robot industriale.

Ricordo tutt’oggi con un certo piacere le raffinate cene negli alberghi 4 stelle in cui i clienti del settore automotive per cui lavoravamo – questo prima della crisi! – ci ospitavano durante i giorni di audit di certificazione.

Era una vita piacevole, avevo successo, lavoravo fianco a fianco con i top manager di grandi multinazionali, guadagnavo bene MA ero infelice.

Per anni mi sono vergognata come una ladra anche solo a pensarlo, ma la realtà dei fatti era questa: facevo un lavoro che non mi realizzava e nonostante i bei guadagni avrei preferito scappare in Burundi piuttosto che continuare a fare quello che facevo!

Il successo materiale non riusciva a farmi provare nemmeno un po’ di quella felicità che tanto volevo. Soddisfazioni certo, ma felicità niente.

A lungo ho creduto che doveva trattarsi di una mia disfunzione grave. Dovevo essere, nonostante i tanti corsi di formazione personale e il mio dichiarato ottimismo, una “mai-contenta”, come diceva mio padre e molti altri con lui.

Oggi, dopo anni di pellegrinaggio interiore – e parecchi inciampi reali – posso dire con assoluta certezza che è possibile avere successo ED essere felici ma per farlo è necessario che si verifichino alcune condizioni fondamentali:

  1. Devi smettere di credere alla vecchia storia che “i sogni non esistono” e che l’unico modo per avere successo è combattere come un pazzo contro il mondo e la crisi, cercando di fare le scarpe a quanta più gente possibile.
  2. Devi imparare a spostare il tuo sguardo da fuori a dentro di te: smetti di cercare di copiare o di competere con quello che fanno gli altri e focalizzati su quello che DAVVERO sai fare tu.
  3. Devi prendere quello che sai e, come con un arrotino con i suoi coltelli, affilarlo fino a farlo diventare una competenza così eclatante da diventare un bisogno per il mercato. (Questa frase rileggila diverse volte perché è di fatto la chiave suprema per avere successo oggi).
  4. Devi comunicare quello che sai in modo INTELLIGENTE ed EFFICACE (non rientra in questa classificazione il “mando via quanti più curriculum posso a tutti così magari un posto da qualche parte lo trovo”).

Se ancora non l’hai fatto ti invito a scaricare il report “Lavoro. La grande Menzogna” che approfondisce meglio questi punti e soprattutto ti spiega il perché è indispensabile che tu cominci ad occupartene oggi stesso, anche e soprattutto se un lavoro in questo momento ce l’hai.

“Non bisogna aspettare di essere depauperati – quando dovesse capitare, e capita – del ruolo, per raggiungere la consapevolezza di essere portatori di conoscenze, capacità, competenze, caratteristiche personali e motivazioni, a prescindere dal datore di lavoro che in quel momento ci retribuisce. Al cambiamento ci si prepara ogni giorno attraverso la curiosità, lo studio, la partecipazione ad attività sociali e culturali, la creazione di un’attiva rete di contatti. Non bisogna aspettare di averne necessità, gli investimenti si fanno “nei tempi buoni”.” (Fausto Fantini)

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Aumenta i contatti
Sì mandami Gratis il report "Lavoro. La Grande Menzogna" e iscrivimi alla newsletter
  • Non è vero, come vogliono farci credere ormai da anni che “le cose sono cambiate perché c’è la crisi”.
  • La crisi è solo la coda di un problema molto più grande, un enorme pitone pronto ad inghiottire chiunque non si adegui alla nuova situazione del mercato del lavoro.

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Scarica i primi capitoli di "LAVORO! Un Lavoro che vale per una vita che vale"

Inserisci il tuo indirizzo mail per ricevere i primi capitoli del libro in anteprima

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Iscrivimi al corso GRATIS e alla newsletter

30 spunti quotidiani e una newsletter settimanale

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro e trattati in conformità al regolamento GDPR

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Accedi GRATIS alla GUIDA

VIDEO + REPORT "Aggiusta il tuo lavoro in 13 passi"

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco