Lavoro e Giovani: un quadro preoccupante e una buona notizia

E’ recentemente uscito un articolo su Millionaire.it che riferisce di una recente indagine statistica sul mondo del lavoro e i cosiddetti “Millennials”, i giovani fra i 16 e i 36 anni, la generazione dei “nativi digitali”, quelli insomma che con lo smartphone e la tecnologia ci sono nati o comunque cresciuti.

Non mi interessa sottolineare il dato allarmistico secondo cui “il quadro è preoccupante. L’Italia è in ritardo rispetto all’occupazione dei giovani nelle aziende in altri Paesi (solo il 22% degli occupati sono millennials contro il 29% di UK).”

Che ci sia la crisi nel mondo del lavoro, che i dati sulla disoccupazione siano sempre altissimi, che le ricerche mostrino come per la prima volta nella storia del dopoguerra i 30-enni sono più poveri dei loro genitori, si sa.

Lo sappiamo e non possiamo negarlo.
Ma questo sito è nato con l’intento di dare indicazioni e strumenti a chi già ha preso atto della situazione attuale e già ha deciso che, in un modo o nell’altro, farà del suo meglio per migliorarla, non per lamentarsi. 

E allora, in quest’ottica, ho trovato bellissimo leggere che, nella statistica di cui parla Millionaire, alla domanda “cosa cerchi nel lavoro”, ben il 17 % degli intervistati ha detto “sviluppo, inteso come crescita personale”, seguito poi a ruota da “risultati (16%), l’aspetto economico (15%) e la sicurezza del lavoro (14%).”

E’ un dato confortante perchè mostra che il numero di persone che hanno capito che il lavoro su di sè, la formazione personale, il miglioramento delle proprie abitudini e attitudini è la chiave di volta per avere successo oggi. 

C’è poi un altro dato che mi ha colpita, sempre nella statistica riportata da Millionaire: “I giovani occupati sembrano non essere per niente soddisfatti del loro lavoro (il 29% di loro è scontento dell’attuale lavoro; il 44% è scontento della retribuzione inadeguata, 2 su 3 programmano di cambiare lavoro)”.

Questo secondo dato può essere letto in due modi. Il primo, quello che probabilmente piace ai conservatori-sputa-sentenze è che “questi giovani non si accontentano più di niente”.

Ma c’è un altro modo di vedere la situazione, a mio avviso, un modo che trovo molto più incoraggiante: i Sognatori, quelli veri e sani, stanno tornando alla carica! E questo, è bellissimo.
La generazione dei nuovi nati comincia a mostrare gli effetti della mutazione genetica che la crisi economica in cui stiamo stagnando da ormai quasi dieci anni deve invariabilmente portare chiunque, pena l’estinzione: se per i nostri genitori lavorare significava “portare a casa la pagnotta”, per le nuove generazioni lavorare e avere successo DEVE necessariamente portare con sè anche la Felicità, un senso di scopo e autorealizzazione. 

E sarà sempre di più così, perchè il mondo di oggi è “in crisi” rispetto ai vecchi modi di pensare, ma spalanca le porte a chi, invece, porta innovazione, entusiasmo, passione e creatività. Tutti ingredienti che è impossibile avere, se pensi a “portare a casa la pagnotta”. 

Viva i Millennials, dunque, e viva chi, come loro, ama mettersi in gioco, non si ferma fino a quando non ha raggiunto ciò che sognava e soprattutto, non si accontenta!

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Aumenta i contatti
Sì mandami Gratis il report "Lavoro. La Grande Menzogna" e iscrivimi alla newsletter
  • Non è vero, come vogliono farci credere ormai da anni che “le cose sono cambiate perché c’è la crisi”.
  • La crisi è solo la coda di un problema molto più grande, un enorme pitone pronto ad inghiottire chiunque non si adegui alla nuova situazione del mercato del lavoro.

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Scarica i primi capitoli di "LAVORO! Un Lavoro che vale per una vita che vale"

Inserisci il tuo indirizzo mail per ricevere i primi capitoli del libro in anteprima

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Iscrivimi al corso GRATIS e alla newsletter

30 spunti quotidiani e una newsletter settimanale

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro e trattati in conformità al regolamento GDPR

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Accedi GRATIS alla GUIDA

VIDEO + REPORT "Aggiusta il tuo lavoro in 13 passi"

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco